Servizi Tributi Online

Sezione IMU

Calcola l'IMU

Delibera determinazione aliquote IMU

 Avviso saldo IMU

Riferimenti bancari

Servizio Tesoreria
Banca Popolare di Bari
Agenzia – Potenza
Codice iban: it61l 05424 04297 000000 210144
Servizio Tesoreria Unica
Codice Ente : 186205
Poste – Servizio Tesoreria
c/c postale: 14337851

Servizio Civile Nazionale

Servizio Civile Nazionale

Amministrazione trasparente

Amministrazione Trasparente

Gazzetta Amministrativa

TRASPARENZA

Calendario eventi

« < Settembre 2018 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6

Foto di Bella

Largo S.Giovanni Bosco 2007.04.28 18.420.JPG.jpg

BELLA WEBCAM

Bella Basilicata Film

Cons. Comunale CCRR

La storia del comune di Bella curata dal Prof. M. Martone

 Il Territorio di Bella è stato sempre abitato, fin da tempi immemorabili da genti raggruppate generalmente per famiglie e parentele nei così detti ''casali'', centri, nei secoli, di vita e di lavoro sociali.

Attestano questo particolari denominazioni tradizionali di molte contrade nell'attuale Comune e molti resti e reperti archeologici relativi ad esse, in quella loro particolare specificità.

Quando il diffondersi delle invasioni barbariche costituì per quei casali, come per tutti, pericolo costante e continuo, quegli abitanti si trasferirono dalle parti basse del territorio, ora comunale, verso quelle alte, precisamente nell'area collinare – montana, chiusa dai torrenti Piscioli, ad ovest, e Vallone Carpineta, ingrossato dal rio Cascarda, ad est.

L'intera zona era protetta da alti monti ed alte colline, oltre che da ampi e folti boschi. Si apriva solo verso sud, sede, anche questa, di fortificazione successiva, tanto che, appunto, quell'alto di altro collina è tuttora conosciuto come ''contrada la rocca''. Sulla cima della collina principale, cintata dai torrenti detti, venne costruita una torre trapeziale, a protezione delle genti che nel frattempo, lasciando le sedi dei loro ''casali'', si erano spostate, prima in vari aggregati urbani sparsi nell’insieme dell’intera zona, poi in un vero e proprio centro urbano, costituito da case, addossate le une alle altre, a cinte, intorno alla torre, e protette, dall’esterno della cinta ultima, dai muri delle case, eretti senza aperture e in maniera solida. Era allora, all'incirca, l'epoca dell’incastellamento, ''il mille'', tempo di difesa e solidarietà sociale anche per tutti i popoli d’Europa.

 

 

Il comune informa

CALENDARIO TURNI FESTIVI FARMACIE ANNO 2018 SI ALLEGA LA NOTA DELL'ASP DEL 30.10.2017 AD OGGETTO L.R.N.29 DEL 05.04.2000 "DISCIPLINA DELL'ORARIO DEI TURNI E DELLE FERIE DELLE FARMACIE ... Read more
 
 © Copyright COMUNE DI BELLA
Realizzazione del 2011 da: AWANET di Fasulo Gianpiero