Servizi Tributi Online

Sezione IMU

Calcola l'IMU

Delibera determinazione aliquote IMU

 Avviso saldo IMU

Riferimenti bancari

Servizio Tesoreria
Banca Popolare di Bari
Agenzia – Potenza
Codice iban: it61l 05424 04297 000000 210144
Servizio Tesoreria Unica
Codice Ente : 186205
Poste – Servizio Tesoreria
c/c postale: 14337851

Servizio Civile Nazionale

Servizio Civile Nazionale

Amministrazione trasparente

Amministrazione Trasparente

Gazzetta Amministrativa

TRASPARENZA

Calendario eventi

« < Novembre 2017 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Foto di Bella

DSCN0766.JPG.jpg

BELLA WEBCAM

Bella Basilicata Film

Cons. Comunale CCRR

La storia del comune di Bella curata dal Prof. M. Martone

 Il Territorio di Bella è stato sempre abitato, fin da tempi immemorabili da genti raggruppate generalmente per famiglie e parentele nei così detti ''casali'', centri, nei secoli, di vita e di lavoro sociali.

Attestano questo particolari denominazioni tradizionali di molte contrade nell'attuale Comune e molti resti e reperti archeologici relativi ad esse, in quella loro particolare specificità.

Quando il diffondersi delle invasioni barbariche costituì per quei casali, come per tutti, pericolo costante e continuo, quegli abitanti si trasferirono dalle parti basse del territorio, ora comunale, verso quelle alte, precisamente nell'area collinare – montana, chiusa dai torrenti Piscioli, ad ovest, e Vallone Carpineta, ingrossato dal rio Cascarda, ad est.

L'intera zona era protetta da alti monti ed alte colline, oltre che da ampi e folti boschi. Si apriva solo verso sud, sede, anche questa, di fortificazione successiva, tanto che, appunto, quell'alto di altro collina è tuttora conosciuto come ''contrada la rocca''. Sulla cima della collina principale, cintata dai torrenti detti, venne costruita una torre trapeziale, a protezione delle genti che nel frattempo, lasciando le sedi dei loro ''casali'', si erano spostate, prima in vari aggregati urbani sparsi nell’insieme dell’intera zona, poi in un vero e proprio centro urbano, costituito da case, addossate le une alle altre, a cinte, intorno alla torre, e protette, dall’esterno della cinta ultima, dai muri delle case, eretti senza aperture e in maniera solida. Era allora, all'incirca, l'epoca dell’incastellamento, ''il mille'', tempo di difesa e solidarietà sociale anche per tutti i popoli d’Europa.

 

 

Il comune informa

CALENDARIO TURNI FESTIVI FARMACIE ANNO 2018 SI ALLEGA LA NOTA DELL'ASP DEL 30.10.2017 AD OGGETTO L.R.N.29 DEL 05.04.2000 "DISCIPLINA DELL'ORARIO DEI TURNI E DELLE FERIE DELLE FARMACIE ... Read more
 
 © Copyright COMUNE DI BELLA
Realizzazione: AWANET di Fasulo Gianpiero